È uscito il libro "Pensione Ricca Pensione Povera" + Video Corso in 18 moduli
menù

Pensione insegnanti novità in arrivo?

14 Settembre 2020

Pensione insegnanti ci sono novità?

Per ora no, ma sapete come funziona la pensione professori?

Tutti in cattedra pronti a capire quale normativa pensionamento docenti regola in maniera dettagliata quando andare in pensione nella scuola.

Pensioni docenti

Anche per gli insegnanti pensione rimane ormai vincolata alle nuove regole introdotte dalla Legge Fornero che rimane la normativa pensionamento docenti di riferimento così come ormai per tutte le altre categorie.

Non si distingue infatti.

Perciò le pensioni docenti rimangono fisse a quella data, tuttavia anche per il pensionamento insegnanti ci sono annualmente novità

Il decreto ha confermato l’aumento di 5 mesi come adeguamento alla speranza di vita anche per le pensioni nella scuola.

Significa che la pensione per insegnanti, parliamo di quella di vecchiaia si può maturare al compimento dei 67 anni.

Ma come insegnante statale quando posso andare in pensione?

Posso anticipare la pensione anticipata insegnanti donne hanno alcune agevolazioni?

Pensioni insegnanti statali

Per le pensioni docenti possono maturare il diritto al pensionamento docenti in due modi.

Il primo requisito lo abbiamo appena vista si può andare con la pensione vecchiaia a 67 anni e 20 anni di contributi.

Mentre per la pensione anticipata insegnanti donne e uomini che volessero richiedere la propria pensione insegnante dovranno aver maturato per gli uomini 42 anni e 10 mesi, mentre per la pensione anticipata insegnanti donne dovranno avere all’attivo almeno 41 anni e 10 mesi di contributi.

Nel caso pensione donne scuola si conforma perciò a le altre categorie professionali in alternativa per accedere al pensionamento insegnanti donne possono poi sempre anche valutare la possibilità di andare con “opzione donna”.

Tuttavia per le pensioni insegnanti statali le pensioni sono sempre più basse e più basse anche in confronto a quelle degli altri dipendenti del settore pubblico:

pensione insegnanti

In quest’ultimo caso dopo una vita passata nella scuola prima di valutare quando andare in pensione valutate anche il quanto prenderete.

Ricorrere a questa misura può comportare una riduzione totale dell’intero reddito da pensione insegnante.

Ricordiamo infine che per la pensione insegnanti statali come altri interessati alla pensione personale della scuola come ATA ad esempio l’indennità di buonuscita viene congelata fino al maturare dell’età per la pensione di vecchiaia.

Per sapere nello specifico come funziona il calcolo e avere un’idea dell’assegno potete leggere anche qui: Calcolo pensione personale scuola, come funziona?

Pensione professori

La normativa pensionamento docenti prevede che la domanda per la pensione professori la presentino solo dopo che gli viene riconosciuto il diritto.

Ma ripassiamo bene come funzionano le pensioni nella scuola.

Gli insegnanti pensione la ricevono non in maniera immediata e non il mese dopo il maturamento del diritto.

Esiste per loro un periodo in cui per accedere al trattamento pensionistico devono aspettare.

La pensione personale scuola prevede una sola finestra di pensionamento l’anno, il 1 settembre, la normativa pensionamento docenti di riferimento è la legge 449/1997 art.59.

In questo caso per le pensioni insegnanti maturano il diritto al pensionamento docenti anche prima ma per accedere alla pensione insegnante deve attendere la cessazione del servizio.

Ciò significa che per gli insegnanti la pensione o meglio la cessazione dal servizio arriva all’inizio dell’anno scolastico e nel caso si maturi il diritto entro il 31 dicembre dell’anno scolastico in corso alla pensione professori si accede sempre in quella stessa data.

Ma la domanda per la pensione insegnanti quando si presenta? 

Per le pensioni docenti bisogna aspettare la riforma pensioni insegnanti statali, o meglio, la solita legge annuale che certifica l’arco temporale per presentare la domanda pensione insegnanti statali o non.

Entro dicembre per pensione personale della scuola arriva il decreto e la relativa circolare P.A.T. che certifica i criteri e le date entro cui presentare la domanda per la pensione insegnanti.

In questo caso poi spetta al MIUR certificare o meno il diritto ai pensionamenti insegnanti, le date sono solitamente maggio.

Così se entro dicembre presentate domanda per la pensione docenti a maggio, massimo giugno saprete quando andare in pensione nella scuola poi non entrerete più dal 1 settembre e sarete finalmente insegnanti in pensione.

La domanda si presenta su POLIS alla voce “istanze online”.

Fino alla data di chiusura delle domande potrete anche presentare richiesta per il part time o revocare la stessa domanda

Trattamento quiescenza docenti: come guadagnare contributi

Prima di richiedere il trattamento di quiescenza che vi permetterebbe di accedere finalmente alle pensioni docenti vi consiglio di fare bene un calcolo,

Rischiate di non vedervi poi a maggio riconosciuto il diritto alla pensione insegnante e di rimanere così senza pensione e ancor peggio senza anche lo stipendio.

Se vi mancano alcuni contributi per ottenere la quiescenza docenti potreste ricorrere al computo.

La normativa pensionamento docenti è il DPR 1092/1973.

Prevede che tutti i servizi prestati come dipendente statale si possano contare per il diritto di quiscenza.

Prima di disperare e nel fare il calcolo di quando andare in pensione nella scuola sappiate che potete far valere anche questi altri contributi.pensione insegnanti

Pensione personale della scuola

Per quest’anno le domande per la pensione insegnanti sono state quasi 34.000 e molte sono arrivate proprio grazie a quota 100, pari infatti a 16.683.

Molti gli insegnanti in pensione elemento che ha gravato anche sulla ricerca di risorse nel comparto di questi ultimi giorni che hanno portato a lanciare il concorso straordinario docenti.

E voi sapete già se potrete andare in pensione e quanto prenderete?

Fatemi sapere le vostre opinioni qui nei commenti.

Video corso “Check-up pensionistico” dove ti spiego esattamente i passi da fare per ottimizzare la tua situazione pensionistica e per scoprire se hai bisogno di correre ai riparo oppure no (prima che sia troppo tardi!)

Danilo Zanni

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento