Pensione anticipata cos’è e come funziona

Home»Articoli»Pensione anticipata cos’è e come funziona
pensione anticipata

Pensione anticipata, tutto quello che c’è da sapere e i requisiti per la pensione anticipata.

Chi può già andare in pensione anticipata?

Cos’è la pensione anticipata

La pensione anticipata è la pensione che viene erogata in anticipo rispetto alla data fissata e obbligatoria per ricevere la pensione.

Viene erogata a tutti i lavoratori dipendenti.

Ma anche a coloro iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, per esempio gli artigiani e i coltivatori diretti, sia iscritti alla gestione separata dell’INPS.

La pensione anticipata fa riferimento alla necessità di perfezionare solo il requisito contributivo.

Non si tiene invece conto dell’età anagrafica.

Tale pensione è stata introdotta dal 1° gennaio 2012 dalla famosa Legge Fornero, andando a sostituire la pensione di anzianità.

Nella sua prima formulazione prevedeva un meccanismo di disincentivazione poi soppresso con la legge di bilancio del 2017.

Requisiti pensione anticipata

Ma passiamo subito a vedere quali sono i requisiti per questa pensione perché, se non è vincolata all’età, come detto, rimane legata ai contributi.

I contributi per pensione anticipata prevedono 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini, mentre per le donne sono necessari 41 anni e 10 mesi di contributi.

Queste sono le regole e i contributi per pensione anticipata validi ad oggi e fino, se non dovessero avvenire modifiche, fino al 2026.

Ma come funziona in particolare nei diversi sistemi contributivi.

Regole pensione anticipata regime retributivo e misto

Le regole pensione anticipata per coloro che che, fino al 31 dicembre 1995, avevano iniziato già a versare i contributi, che ricadono così nel sistema misto e retributivo, sono le seguenti.

La pensione si può richiedere se al 1° gennaio 2012 hanno maturato 41 anni di contributi e 10 mesi per le donne, mentre per gli uomini i contributi per pensione anticipata sono pari a 42 anni e 10 mesi.

Confermiamo come anche in questo caso tra i requisiti per pensione anticipata non vi è quello anagrafico.

Arriva indipendentemente dall’età ma solo dai contributi.

Tuttavia, questi requisiti sono stati alzati già dal 2013, anno dopo anno, sono stati aggiunti mesi in più ai contributi per pensione anticipata.

Ad oggi bisogna avere in estratto almeno 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini.

pensione anticipata
Pensioni oggi

Per approfondire fa fede la Circolare INPS 63/2015.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo. Ogni giorno trovi video analisi di titoli azionari, approfondimenti, supporto e assistenza.

Le variazioni per la pensione anticipata 2021

Tra le regole che normano il funzionamento della pensione anticipata vi era quella secondo cui il requisito contributivo dal 2019 si sarebbe dovuto adeguare alla speranza di vita in misura pari a 5 mesi.

Per fortuna questa regola è stata sospesa fino al 31 dicembre 2026 (circolare 11/2019).

Ciò significa che fino a quella data avremo ancora tempo per pensare a pianificare alla nostra pensione, sia a livello di pensione obbligatoria sia complementare.

Sappiamo tutti che la pensione avrà un valore sempre più basso, lo confermano anche i recenti adeguamenti dei coefficienti di trasformazione.

Per questo, anticipata o di vecchiaia, la pianificazione della pensione va progettata.

Non avremo altrimenti altre possibilità di costruirci un nuovo reddito se non con grande fatica.

Non tutti sanno che….

Insomma, tolta una misura a sfavore ne è stata introdotta un’altra.

Questa pensione se non si adegua alla speranza di vita, dal 2019, ha visto riapplicata una finestra mobile.

Praticamente ciò significa che dal 2019 chi richiede la pensione avendo maturato i contributi potrà percepirla solamente dopo 3 mesi dall’aver maturato i requisiti.

Ma passiamo a parlare dei contributi necessari.

I contributi necessari

I contributi che si possono far valere per poter richiedere a pieno diritto la pensione anticipata tengono conto sia dei contributi obbligatori ma anche di quelli figurativi, volontari e anche degli eventuali riscatti.

Se, ad esempio, avete riscattato in passato i 5 anni della laurea, ecco che potrete a pieno diritto conteggiarli tra i contributi per pensione anticipata.

Vale però una raccomandazione importante.

Per i lavoratori che sono iscritti alla gestione generale e i fondi sostitutivi è necessario perfezionare 35 anni di contributi, escludendo questi periodi figurativi come quelli di malattia e disoccupazione indennizzata.

Ma come funziona nel sistema contributivo?

Sono oramai gran parte i lavoratori che ricadono in questo regime e quasi nessuno si preoccupa di pianificare la propria pensione.

Vuoi ottimizzare la tua pensione? Fai il Check-up della tua situazione in autonomia e senza stress.

Regole per il sistema contributivo

Per tutti coloro che ricadono nel sistema contributivo quale tipo di regole pensione anticipata devono rispettare, quali sono i requisiti per pensione anticipata nel loro caso?

Per tutti coloro che hanno iniziato a versare i contributi dal 1996 valgono i requisiti visti finora.

Unico requisito anagrafico per il 2021-202 è aver superato almeno i 64 anni.

Stringente è, invece, poter contare su 42 anni e 10 mesi di contributi se uomini, e 41 anni e 10 mesi se donne.

Nel loro caso non sussiste però l’agevolazione, invece, prevista per chi ricade nel sistema misto o retributivo ed è un lavoratore precoce, parliamo dei requisiti di 41 anni di contributi.

pensione anticipata
Pensioni oggi

Per approfondire se puoi andare in pensione come lavoratore precoce: Pensione Quota 41: come funziona, requisiti e calcolo.

E voi, vi state preparando alla vostra pensione?

Danilo Zanni

210308 Corsi_Webinar

Webinar IInPensione

Scopri il metodo pratico per aumentare la tua pensione futura di oltre il 50% al mese.

Webinar Gratuito