Calcolo pensione sistema misto quando ci rientro?

Home»Articoli»Calcolo pensione sistema misto quando ci rientro?
tabella pensionamento

Sistema contributivo o retributivo, vediamo invece come si procede al calcolo della pensione anche per il sistema misto.

Sapere come viene calcolata la pensione vi permette infatti di arrivare preparati a tale data facendo scelte consapevoli.

Tra il sistema contributivo e retributivo c’è anche una terza via: il sistema misto, e per questo può variare il calcolo della pensione online, ci sono diversi simulatori per il calcolo della pensione, ma non molti sono affidabili.

Intanto, prima di procedere a provare i diversi simulatori della pensione, scopriamo come si fa il calcolo dei contributi della pensione stessa e scopriamo se effettivamente ricadiamo in questo sistema.

Alla fine, inoltre, vedremo anche un esempio di calcolo della pensione con sistema misto, per capire su un caso reale cosa succede al calcolo dei contributi.

Vi ricordo che nel nostro corso trovate, per completezza e ricchezza, uno dei migliori simulatori per la pensione.

Sistema misto pensioni: quando vi si rientra

I diversi sistemi pensionistici si dividono in sistemi contributivo e retributivo, ma, come detto è possibile, a seconda di quando avete iniziato a lavorare, che non ricadiate né nell’uno né nell’altro.

Nel retributivo il calcolo della pensione avviene in base appunto alle ultime retribuzioni.

Di conseguenza più sono alte sul finale della vostra carriera, più si avrà come assegno con il calcolo della pensione retributiva.

Nel caso, invece, del calcolo della pensione contributiva le pensioni sono più basse.

Come mai questa differenza tra calcolo retributivo e contributivo?

Tale differenza è dovuta proprio al metodo di calcolo dei contributi per le pensioni con i sistemi retributivo e contributivo.

I due sistemi utilizzano per il calcolo dei contributi criteri differenti.

Per il calcolo dei contributi per la pensione con il sistema contributivo si calcolano tutti i contributi versati.

A differenza del sistema retributivo non importa la qualità del contributo, ma la quantità e costanza.

Per questo tra il sistema contributivo e il retributivo, il primo è solitamente più svantaggioso, e facendo un semplice calcolo della pensione online con uno dei diversi simulatori ce ne accorgiamo subito.

Ma come facciamo a sapere in quale sistema ricadiamo?

Per il calcolo dei contributi dovete guardare la data di primo versamento degli stessi.

Se avete iniziato a versare dal 01/01/1996, allora ricadete nel calcolo contributi interamente contributivo.

Se avete versato dei contributi prima di tale data allora ricadete nel sistema di calcolo retributivo o nel sistema misto: vediamo come capire se siete davvero nel retributivo.

Sì perché la legge Fornero ha cambiato un po’ le cose, ma approfondiamo meglio.

Sistema pensionistico misto, chi ne fa parte?

Quando ricadete nel sistema misto, e come si procede al calcolo pensione sistema misto?

Il calcolo della pensione con il sistema misto prevede diverse accortezze e ci potrebbero essere anche alcune eccezioni, a seconda anche della Cassa in cui si è versato.

Il metodo di calcolo misto, come detto, è il calcolo che prevede un conteggio che è un “mix”: è sia retributivo e sia contributivo, tutti e due insomma.

Ma chi vi ricade?

Dovranno calcolare la pensione con il sistema misto tutti coloro che prima del 31 dicembre 1995 hanno un’anzianità contributiva.

Fermi tutti però!

Non bisogna avere solo contributi, ma è necessario che questi contributi non superino un certo ammontare, altrimenti, e per fortuna, si ricadrà nel sistema di simulazione del calcolo della pensione retributiva.

Per il calcolo della pensione “mista” è necessario che prima del 1995 si abbiano dei contributi e che essi non siano superiori ai 18 anni.

Se, ad esempio, prima del 1995 si hanno 11 anni di contributi si ricadrà, per il calcolo della pensione, nel sistema misto.

E quanto si prenderà di pensione, preparatevi perchè non sarà alta e leggete fino in fondo.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo. Ogni giorno trovi video analisi di titoli azionari, approfondimenti, supporto e assistenza.

Le quote per il calcolo pensione col sistema misto

Prima della riforma Fornero il calcolo della pensione col sistema misto prevedeva che si sommassero tra loro in maniera diversa due o tre quote.

Nel calcolo pensione col sistema misto si deve conteggiare una quota A, una quota B e anche una quota C.

Il calcolo della pensione mista è difficile poiché molto spesso non si sa calcolare le diverse quote.

Per la quota A si applicano le regole del retributivo il che rende la pensione con il sistema misto più alta rispetto alla pensione contributiva.

Per la quota B si somma la retribuzione settimanale, per 260 settimane, e poi si aggiungono quelle desunte dal lavoro dal 1993 fino alla pensione, moltiplicando per il numero di settimane accumulato tra il 1993 e il 1995.

Mentre la quota C?

Questa prevede il calcolo solo contributivo per tutti i contributi presenti dal 1996 fino alla pensione.

Più facile, ma, come notiamo usando i simulatori di pensione online, è anche il più svantaggioso.

Inoltre tale misura non prevede l’integrazione al minimo, un altro svantaggio per questo calcolo.

Con la riforma Fornero le quote non esistono più e il calcolo della pensione col metodo misto si è semplificato.

Eppure, rimane comunque difficile capire bene come calcolare precisamente tali quote.

Proprio per questo motivo a chi ricade nel sistema misto consigliamo sempre di ricorrere ad una consulenza personalizzata.

Pensate che in alcuni casi si riesce a passare dal sistema misto al ben più vantaggioso sistema retributivo.

Purtroppo tale semplificazione ha toccato anche l’assegno che si percepirà ricadendo nel sistema pensionistico misto.

Calcolatore della pensione col sistema misto: quando andrò?

Come detto, oggi avvalersi di un simulatore della pensione per il sistema misto permette di capire quando arriverà la data per la propria pensione.

Quando sarete anziani e la pensione sarà l’unica cosa su cui potrete contare, temo che rimpiangereste amaramente il fatto di non aver pensato alla vostra pensione e a come ottimizzarla.

Ad oggi, secondo il calcolo della pensione con il sistema misto, potete andare in pensione di vecchiaia all’età di 66 anni e 7 mesi e 20 anni di contributi, ma l’importo cala molto rispetto ad un calcolo con il solo sistema contributivo.

Per questo ricorrere a dei simulatori di pensione online come la nostra piattaforma, vi consente di fare la vostra analisi e di cominciare a pianificare come trovare la giusta copertura.

Grazie alla riforma Fornero avete a vostra disposizione per la vostra pensione anche la possibilità di ricorrere ad altre opzioni, come il calcolo della pensione contributiva con quota 100 o, se siete donna, alla nota “opzione donna”.

In realtà, se avete molti anni di contributi alle spalle, potete anche prevedere di andare presto in pensione anticipata con il sistema contributivo misto: con 42 anni e 10 mesi di contributi, non importa l’età, e 41 anni e 10 mesi se donna.

La parola chiave anche in questo caso è procedere ad un calcolo della pensione anche attraverso dei simulatori di pensione online.

Esempio di calcolo della pensione: sistema misto

Ma vediamo come si fa il calcolo della pensione mista con un esempio concreto.

In questo caso prendiamo un uomo nato nel 1965 e che ha iniziato a lavorare dal 1985.

Abbiamo usato il nostro simulatore per la pensione, non online, ma sviluppato proprio per le consulenze personalizzate.

In che sistema ricade: contributivo, retributivo o misto?

Dal calcolo eseguito ricade nel misto: 

ha solo 11 anni prima del 1996, questo ipotizzando che continui a lavorare e che abbia un reddito di circa 20.000€ annui, con un’ipotesi di crescita dell’1% del versamenti oltre l’inflazione, riuscirebbe ad andare in pensione anticipata nel 2028.

calcolo pensione sistema misto

Ma su quanto potrebbe contare? Quanto prenderebbe di pensione secondo il calcolatore?

Il nostro lavoratore, se non pensa a misure integrative, avrà una pensione misera: per questo è meglio sempre ricorrere a un simulatore che valuterà la vostra pensione con il sistema misto senza che vi perdiate in grandi calcoli.

In questo caso il nostro lavoratore, purtroppo, dovrà accontentarsi dell’importo netto sotto riportato e che non è distante dagli importi medi futuri.

calcolo pensione sistema misto

Calcolo della pensione col sistema misto: il trucco per andare prima in pensione (e forse con anche di più)

In molti, in questi ultimi anni, si stanno affidando a consulenze previdenziali che permettono di capire, usando un simulatore per la pensione, in quale sistema si ricade, la data e l’importo della futura pensione.

La convenienza di richiedere una consulenza previdenziale sta nella possibilità di valutare eventuali stratagemmi come, ad esempio, il riscatto della laurea o degli anni di militare, per aumentare gli anni di lavoro.

In questo modo si riesce a passare dal calcolo della pensione con sistema pensionistico misto al calcolo retributivo o da solo contributivo a misto.

Il calcolo della pensione con il sistema misto e l’esempio riportato, vuole incentivarvi proprio a non trascurare più questo problema.

Accedere ad un simulatore della pensione aggiornato, vi permette di capire a che età si andrà in pensione e quanto si avrà, e così provvedere per tempo.

E voi sapete quando e con quanto andrete?

Danilo Zanni

210219 Corsi_Top

In Pensione al TOP

Scopri il primo corso in Italia per aumentare la tua Pensione futura in modo certo, misurabile e garantito.

Scopri di più

I commenti sono chiusi.

  1. Antonio
    Marzo 22, 2021

    Buongiorno ho iniziato a lavorare nel 1981 (precoce) essendo del 66 ho accumulato 7anni 8 mesi e 29 gg. regolarmente ricongiunti all’attuale lavoro come dipendente forze di polizia. A giugno 2021 avrei maturato 31 di servizio + gli anni ricongiunti + 5 anni di scivolo per un totale di 43 anni e 9 mesi di contributi. La mia domanda è essendo giovane di età conviene aspettare per prendere qualcosa in più o fare domanda è andare in pensione. Grazie

    • In Pensione
      Aprile 8, 2021

      Buongiorno Antonio, in questo caso la scelta è molto personale.
      Certamente lavorando per qualche anno in più e così versando più contributi e contando su un coefficiente di trasformazione diverso naturalmente aumenterebbe l’importo della pensione, tuttavia se la voglia di ritirarsi è maggiore e ha altre alternative potrebbe senza remore optare per l’uscita. Come detto la situazione è molto personale e consigliamo di procedere a diverse simulazioni prima della scelta definitiva.
      Un caro saluto

  2. Giuseppe
    Marzo 6, 2021

    Buongiorno, la mia vita lavorativa è iniziata il 1 giugno del 1979.
    Volevo sapere in che categoria rientro.
    Ad oggi ho maturato 41,8 mesi.
    Grazie.

  3. Giuliana
    Marzo 2, 2021

    Buongiorno, ho lavorato dal71 all’88 pochi mesi INPDAP,poi dal2006 al2017 con 5anni di contributi INPS .Rientro nella pensione contributiva?

    • In Pensione
      Marzo 3, 2021

      Gentile Giuliana, anche se per pochi mesi a lei si applica il regime misto, potrebbe optare per un riconteggio contributivo al momento della pensione.